Presentazione


L’Associazione Rosacrociana-Oceanside è un’organizzazione internazionale con numerosi centri in tutto il mondo. Tra questi, il Centro Italiano A.R.C.O. (Associazione Rosa-Crociana Oceanside).

Come tutti gli altri gruppi di riferimento e di incontro, l’ARCO, costituito nel 1973 e riconosciuto dalla Sede Centrale nel 1974, si propone di divulgare sul territorio nazionale gli Insegnamenti che i Fratelli Maggiori dell’Ordine Rosacroce hanno trasmesso a Max Heindel.

Tra le attività dell’A.R.C.O. rientrano l’esistenza di questo sito Internet, la cura di alcuni corsi di studi rosacrociani, l’organizzazione di convegni e la pubblicazione della Rivista “Sentiero Rosacrociano” contenente articoli di Filosofia, Astrologia, Esoterismo, Storia, Scienza e altro.

Il Rosacrocianesimo non è una setta né una religione, bensì una scuola di pensiero che affonda le sue radici nel tempo, una scuola che intende spiegare in modo logico il sistema della vita e il suo divenire, una scuola che tende a soddisfare le ragioni dell’intelletto e del cuore.

Gli Insegnamenti rosacrociani forniscono infatti un concetto chiaro e logico dell’universo e dell’uomo, incoraggiano il libero pensiero, senza preclusione alcuna in campo scientifico e  filosofico.

Una delle leggi della scuola rosacrociana è quella di causa-effetto, che può essere ricondotta al motto “l’uomo raccoglie ciò che semina”. E poiché non tutte le cause messe in atto durante una vita producono conseguenze nel corso della stessa, ne discende che tali effetti possono anche manifestarsi in altro tempo e in altro luogo.

Altra importante legge spirituale condivisa dal Rosacrocianesimo è quella della reincarnazione, che si inquadra in un sistema evoluzionistico di ampia e complessa portata.

La filosofia Rosacrociana spiega l’efficienza e l’efficacia di queste e di altre leggi stabilendo che l’uomo è una Scintilla divina che frequenta la scuola della vita con il proposito di evolversi. Per tale motivo vive molte esistenze, in corpi fisici di costituzione sempre più evoluta,  pagando e riscuotendo al momento opportuno tanto i debiti quanto i crediti karmici.

La dottrina rosacrociana è una disciplina particolarmente adatta per l’uomo occidentale perché propone un metodo di sviluppo in armonia con lo stato della sua evoluzione cristiana. I precursori di queste conoscenze si perdono nella notte dei tempi, fino a quando i Manifesti rosacrociani, del 1614 e 1615, resero pubblici sia il nome di Christian Rosenkreutz, fondatore dell’Ordine Rosa-Croce, sia i principi costitutivi dell’Insegnamento.

Dalla fondazione dell’Ordine, i Fratelli Maggiori hanno assiduamente operato nel segreto della loro ristretta comunità iniziatica, fino a che, nei primi anni del secolo scorso, fu scelto un “occultista mistico”, di nome Max Heindel, per divulgare l’esistenza dell’Ordine e codificarne la filosofia. In quest’ottica fu fondata la Rosicrucian Fellowship e pubblicato, nel 1909, il testo base dal titolo “la Cosmogonia dei Rosacroce”.

Lo scopo essenziale dell’Insegnamento rosacrociano è di fornire agli uomini che “cercano e non hanno trovato”, le risposte sulla loro origine, la loro natura, il senso della vita, il destino individuale e collettivo, il significato di certi avvenimenti, l’origine e il perché dell’Universo.

L’Associazione non vuole sostituire il Cristianesimo, ma aiutare a comprenderlo e a viverlo; non ha scopi politici o di potere, ma cerca di indirizzare gli aderenti verso una più ampia conoscenza e un maggiore sviluppo di coscienza. Non vuole dunque sovvertire alcun ordine religioso ma desidera invece comprendere meglio la realtà spirituale, non imponendo nulla che non possa e non debba essere liberamente accettato.

La sede centrale dell’Associazione è posta sulla Collina di Monte Ecclesia, a Oceanside, in California (Usa), e funge da collegamento con tutti gli altri Centri; non ha rapporti con altre Organizzazioni che si richiamano al Rosacrocianesimo.